Quando piove ci si bagna (3)

di cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

“Sto invecchiando, dimentico sempre qualcosa”, disse il mago, e fece un gesto alle sue spalle. Lo spadaccino chiamato Sem si alzò in piedi apparentemente senza sforzo: era molto alto e molto magro, e nella magica luce delle bolle sul suo farsetto a quarti gialli e neri spiccava una macchia rossa, proprio all’altezza dell’ombelico.
“Adesso non gli fa più male, ma ha bisogno di un cerusico, ci sono cose che la magia non può fare”.
“Sentirlo dire da te mi sorprende. Fammi strada”.
“Non è lontano, è in fondo alla piazza”.
“Al bordello”?
“Perché no? Non è qui in visita ufficiale, e lì almeno i letti sono morbidi. Alla Regina i letti morbidi piacciono molto”.

“Non so come usate voi, ma qui da noi ci si rivolge alla Regina chiamandola maestà, non si parla se non si è interrogati e si mette il ginocchio a terra davanti a lei”. Hideanseek fece…

View original post 576 altre parole

Annunci