Quando piove ci si bagna (2)

di cristinadellamore

Storie di Elfi e di Uomini

“Ottima per l’attacco, pessima per la difesa”, ripeté mentalmente, e subito appoggiò la schiena al muro e portò la mano sull’impugnatura della spada. Adesso era sicura che nel buio alla sua destra ci fosse qualcuno. La strada era abbastanza larga per la spada, ma estrarla sarebbe stata una cosa lunga, e non riusciva a capire a che distanza fosse il nemico: inutilmente sbarrò gli occhi nel buio, e si costrinse a restare immobile ancora per qualche istante. Controllando il respiro, sentì un altro rumore anche a sinistra, stavolta molto più vicino. C’era una sola cosa da fare, e lei la fece. Spada nella destra, pugnale nella sinistra, balzò in avanti.

Alle sue spalle una mezza bestemmia le fece capire che aveva anticipato gli aggressori di un istante, poi la sua spada incontrò imprevista resistenza: non quella che avrebbe opposto un corpo umano e neanche quella ben nota di una corazza…

View original post 933 altre parole

Annunci