Il sole del mattino e della sera

di cristinadellamore

Le nostre finestre non affacciano su panorami da sogno, qui in città: palazzi da tutte le parti, quindi poco sole.

Lo troviamo, anche in questa stagione un po’ così, quando usciamo presto per andare a correre, o o quando lo facciamo subito prima del tramonto.

Sole basso, sia al mattino che alla sera, e qualche volta ce lo troviamo dritto negli occhi. Quando giriamo un angolo, a volte ci coglie di sorpresa, e ci capita di barcollare, e ne ridiamo assieme dopo aver sbattuto le palpebre.

Ridiamo perché c’è una piccola gara: chi sarà la prima di noi a dire all’altra: “Come ti fa ancora più bella, questa luce”?

L’ultima volta ho vinto io, ma il giorno prima lei aveva improvvisamente cambiato la frase e mi aveva detto che mi desiderava ancora di più, così, ed io ho sentito una grande pressione nella pancia, e non ho potuto neanche rispondere che la amavo: ero rimasta senza fiato per aver davvero sentito il suo desiderio come una sciarpa morbida che mi avvolgeva e riscaldava tutta, e mi rendeva più calda e sicura.

Un altro piccolo miracolo del nostro amore.

Annunci