No, non è l’Ice Bucket Challenge

di cristinadellamore

Allora, un caro amico mi ha nominata per questa cosa qui:

  • “The Very Inspiring Blogger Award”, nomination che si attribuisce ai blogger e ai blog che si considerano fonte di ispirazione nell’ambito di riferimento, in questo caso specifico l’ambito Beauty: Nel mio caso, bellezza interiore che si converte e sostiene la bellezza esteriore…
    tratto da NaturaNatura – Blog di Sara

Ovviamente ringrazio. Ma le cose sono un pochino più complicate di così, naturalmente, perché ci sono delle regole (tipo: “Questo non è il Vietnam! Ci sono delle regole!), che elenco qui di seguito:

1- Ringraziare la persona che ti ha nominato 
2- Elencare le regole della nomination 
3- Condividere sette fatti su di te
4- Nominare altri 15 blog e lasciar loro un commento per la nomination 

E qui diventa difficile. Ho dato corso ai punti 1 e 2, mi pare, ma già dal punto numero 3 vado un po’ in crisi (figuriamoci, stavo per preparare un post che parlava di tutt’altra cosa). Comunque ci provo:

  1. chi legge questo piccolissimo blog sa che sono felicemente sposata con una donna meravigliosa;
  2. non ho la patente ma conto di prenderla quest’anno, anzi di prendere sia la patente A che la patente B. Mia moglie mi scarrozza in giro e non è giusto che io non le dia il cambio, se magari una sera vuol bere un bicchiere di più;
  3. io non ho aperto questo blog, è stato un regalo di mia moglie, blogger a sua volta, per aver superato, anche se un po’ in ritardo, l’esame di Stato (maturità, per i meno giovani);
  4. vorrei tanto essere una rossa con gli occhi verdi e le lentiggini (cosa c’entra? Decidete voi);
  5. non guardo la televisione, e non sono in grado di rispondere a tono se mi parlate di Breaking Bad o di House of Cards. Spero vi accontenterete, nel caso, di un sorriso fintamente interessato;
  6. sto scrivendo un romanzo, ispirata in questo da Just, l’amico che mi ha nominata. Non avevo mai letto niente di fantasy, per adeguarmi all’andazzo imperante di approssimazione e dilettantismo, ho deciso di scrivere proprio un fantasy, un po’ noir e abbastanza porno;
  7. sogno nel cassetto: un figlio, anzi due, uno mio ed uno di mia moglie, da crescere come due fratelli.

 

 

Sempre più difficile: non credo di conoscere 15 blog, figuriamoci nominarli, ma ci provo. Se ho capito bene non posso nominare Just, ed è un peccato, ma insomma:

  1. 150 Euro E’ il blog di mia moglie, capirete che viene per primo come viene per prima lei
  2. Dubbi Alieni E’ l’altro blog dell’amico che mi ha nominato. Quando parla di giochi di ruolo, on line o meno, non capisco niente, ma mi affascina
  3. Questo non è un blog E’ il blog di un amico, piccoli schizzi di vita quotidiana e non solo
  4. Solo uno scoglio Una donna affascinante, scrive poco ma mi racconta sempre qualcosa di nuovo
  5. Miele e Rosmarino Un altro blog al femminile, tra cucina, lavoro e affari di cuore e di sesso
  6. Viola Lei si dichiara opinionista per caso, ma non è vero, anzi
  7. Fa Riv 66 E’ un uomo innamorato della moglie, e pubblica cose bellissime, più immagini  (e non solo della moglie) che testi
  8. Ordine e Caos L’ho trovato un po’ acido e misogino fino a qualche tempo fa, ma adesso si è innamorato e accidenti come è cambiato
  9. FarOvale Un blog a quattro mani che spesso ti spiazza ma ti fa sempre pensare
  10. Un blog di cucina Ebbene sì, anche pagine di servizio. E’ grazie alla sua ispirazione che ho vinto l’ultimo contest di cucina con mia moglie, che ha pagato pegno ieri sera
  11. Questo blog qui non saprei come classificarlo. Però scrive tanto, scrive bene, e di tutto un po’
  12. Non è per far capire che conosco l’inglese ma perché questo blog è strano e bello (e ancora non ho capito se lui conosce l’italiano o va avanti con il traduttore di Google)
  13. Una scrittrice pubblicata Sul blog scrive poco, anche lei, ma mi fa piacere citarla qui perché è stata una delle mie prime follower
  14. Il primo dei due blog mainstream che seguo. Ovviamente Gilioli non sa nemmeno che esisto
  15. Il secondo. Non capisco niente di calcio – mia moglie sì – e mi ci ha portata lei per la prima volta, e mi ci sono affezionata.

Accidenti quanto è diventato lungo, questo post. Grazie, se avete avuto il coraggio di leggermi fino in fondo, e se vi va tornate a trovarmi: in genere sono più sintetica.

Annunci