Sempre di più

di cristinadellamore

Sono andata a fare la spesa. Sulla porta, lei mi ha salutata come fa sempre, abbracciandomi stretta e dandomi un gran bacio, ed è rimasta a guardarmi mentre percorrevo il pianerottolo. Lei dice che le piace desiderarmi, e quando vede che mi allontano sa che tornerò, e così mi desidera ancora di più.

Io invece non desidero che starle accanto, anche una separazione di pochi minuti mi sembra una mutilazione, dopo i giorni di ferie durante i quali siamo sempre state una accanto all’altra. Camminando verso il vicinissimo supermercato mi sono chiesta come farò, da lunedì, a sopportare di nuovo la separazione, poi l’ho sentita, improvvisamente, vicinissima, tanto che mi sono voltata; non c’era, ovviamente, ma io sentivo il suo profumo e, più ancora, l’odore del suo corpo quando ci abbracciamo e ci addormentiamo dopo aver fatto l’amore.

E allora lì, in mezzo alla strada ancora deserta in questo pomeriggio di agosto, ho capito che davvero noi non ci separiamo mai.

Posso aspettare con fiducia il lunedì che verrà, come ogni altro giorno. Io la porto dentro di me.

Annunci