Di sorpresa

di cristinadellamore

“Aspetta, non puoi aspettare? Mi vuoi proprio adesso e qui? Va bene, ma fai piano, mi strappi la maglietta, aspetta, me la tolgo io, va bene così? E poi mi tolgo il reggiseno e vedi cosa mi hai fatto, ho già i capezzoli dritti perché mi hai eccitata ma stai un po’ più attenta, la prossima volta, vedi che mi hai graffiata qui, ma non ti preoccupare, mi piace, e adesso mi levo i jeans, lo so che non devo fare lo spogliarello, ma mi piace guardarti mentre mi guardi, se solo ti potessi vedere che occhi hai, appoggiati alla spalliera del divano intanto, che poi vengo io ad occuparmi di te, e hai visto la sorpresa? Sono pronta, ho tolto le mutandine assieme ai pantaloni, fammi tutto quello che vuoi, lo sai che mi piace tutto. Non vuoi prendere lo strap-on e scoparmi da dietro, magari? Mi piace, e se vuoi mi lamento come se mi facessi male, lo so che piace anche a te. O vuoi che te lo faccia io? Lo vado a prendere, aspetta, mettiti in ginocchio e stai pronta a prenderlo in bocca, ci metto un attimo. No, non mi lasci andare, mi tieni così stretta. Va bene, girati allora, te lo faccio con le dita, chinati un po’ in avanti altrimenti ti faccio male, brava, lo so che ti piace se ti tocco così, dimmelo, più forte; e adesso nel culo, prima ci sputo un po’, non ti preoccupare, così, come un maschio, e poi tre dita dentro tutte d’un colpo, e gridalo che ti piace, gridalo che mi ami, gridalo che sei venuta, amore mio”.

Annunci